News List News

Nuova edizione del GÉANT Innovation Programme

 

 

 

 

Nuova edizione del GÉANT Innovation Programme

Torna il programma per finanziare idee dal mondo dell'istruzione e della ricerca

 

Sono aperte le iscrizioni al GÉANT Innovation Programme, un’opportunità di finanziamento per progetti della comunità della ricerca e dell’istruzione che, nelle scorse due edizioni, ha già premiato 6 istituti italiani.

Ogni ente connesso alla rete GARR può proporre progetti di ricerca con una richiesta di finanziamento fino a 30 mila euro e una durata di 5/6 mesi, con una possibile estensione fino a 9 mesi.

I progetti possono vertere su qualsiasi tema che rientri all’interno delle attività della comunità delle reti della ricerca, per esempio multimedia, network, trust&identity, education, clouds, security e privacy.

La scadenza per inviare le proposte progettuali è lunedì 30 gennaio.

Il programma ha un budget complessivo di 300.000,00 € per supportare progetti di ricerca proposti da università, enti di ricerca e altre istituzioni educative, scientifiche e culturali che fanno parte della comunità di GÉANT attraverso la loro rete nazionale della ricerca e dell’istruzione. È proprio da questo programma che sono nati progetti innovativi come eduroam ed eduMEET.

Durante l’ultima edizione, il GÉANT Innovation Programme ha finanziato 10 progetti di cui 3 provenienti da organizzazioni italiane: Università dell'Aquila, Università di Roma Tor Vergata e Politecnico di Torino.

Per maggiori informazioni: https://community.geant.org/community-programme-portfolio/innovation-programme/

I vincitori delle scorse edizioni: https://www.garrnews.it/internazionale-26/967-geant-innovation-programme-mettiamo-alla-prova-le-idee

 

Dieci anni di Comics&Science a Lucca Comics&Games

Domenica 30 ottobre, alle ore 11:30, presso il Salone del Vescovado a Lucca, saranno celebrati i 10 anni del progetto di comunicazione della scienza con i fumetti del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Comics&Science, dal primo incontro per Lucca Comics&Games 2012 a oggi, con la raccolta di oltre 450 pagine di storie nei due corposi volumi celebrativi a cura di Feltrinelli Comics. Un multiverso in continua espansione.

Parteciperanno all’incontro la Presidente del CNR Maria Chiara Carrozza, Francesco Vizza, del CNR-ICCOM, Sergio Ponchione, autore de "The Alchemical Issue", ultimo volume C&S in presentazione a Lucca, e Davide La Rosa, uno degli autori più presenti sulle pagine della collana.

L'incontro sarà presentato da Roberto Natalini, direttore del CNR - IAC, Istituto per le Applicazioni del Calcolo "Mauro Picone" e dal matematico ed editor Andrea Plazzi.

Altri eventi celebrativi di Comics&Science a Lucca saranno:

Venerdì 28 ottobre alle ore 16:30, presso l’auditorio San Girolamo, Il Pregiudizio Diffuso: incontro con Sara Menetti, Silvia Ziche e da remoto Susanna Raule e Davide La Rosa. Si parlerà di “donne non portate per le materie STEM”, un pregiudizio purtroppo ancora diffuso e una sciocchezza ampiamente smentita dai due albi Comics&Science: The Coding Women Issue e The Mirzakhani Issue.

Martedì 1° novembre, alle ore 15:00, sempre presso l’auditorio San Girolamo, ne La Medusa Immortale si parlerà delle origini della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, raccontate in decine di splendide pagine a fumetti scritte da un onirico Diego Cajelli e disegnate con le suggestive matite di Francesco Frongia. L’occasione è la celebrazione dei 150 anni della Stazione. All’incontro, oltre agli autori, parteciperà anche Ferdinando Boero, Direttore del Museo Darwin-Dohrn.

Per tutta la durata del festival, Comics&Science sarà presente presso lo stand official NAP301 nel padiglione Napoleone.

 

 

 

BRIGHT-NIGHT - la Notte europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori in Toscana

BRIGHT-NIGHT - la Notte europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori in Toscana - è un’iniziativa di comunicazione della scienza che intende sensibilizzare la cittadinanza sul valore della ricerca anche nella vita quotidiana, avvicinare i giovanissimi alla scienza con attività sperimentali, incuriosire i giovani adulti alla carriera della ricerca, far conoscere la giovane imprenditoria di ateneo che muove i primi passi proprio a partire dalla ricerca.

Il CNR area della ricerca di Firenze sarà presente con due eventi:

 

180 secondi di scienza

Giovedì 29 Settembre, alle ore 18:00, presso l’“Arena” della Biblioteca Civica di Calenzano (FI) si terrà l’evento “180 secondi di scienza”, all’interno della cornice di Bright Night 2022, in cui ricercatori del CNR e del Consorzio LaMMA in soli tre minuti e con solo l’aiuto di oggetti di scena, racconteranno al pubblico, e a una giuria composta da giornalisti, lettori e ragazzi, il loro lavoro e i temi più interessanti e affascinanti della scienza, e di come, sebbene nell'immaginario collettivo lo scienziato sia tipicamente il chimico con le provette o il biologo con il microscopio, gli scienziati, o meglio i ricercatori, fanno un lavoro molto più variegato e articolato di quanto si pensi. Durante la serata sarà quindi possibile guardare più da vicino non solo alla scienza e ai suoi temi, ma anche ai ricercatori stessi, non figure irraggiungibili chiuse nei laboratori, ma uomini e donne appassionati e in comunicazione con cittadini e società.

Il migliore, decretato dalla giuria, parteciperà come rappresentante del CNR area di Firenze, all’evento “MOSTRA e DIMOSTRA” organizzato dall’Università di Firenze la sera del 30 settembre nell’ambito di BRIGHT NIGHT 2022 in Piazza Santissima Annunziata.

Fra gli argomenti trattati ci saranno:

  • Francesco D’Amato - Il viaggio del fotone
  • Emiliano Mori - Il mistero del castoro in centro Italia
  • Fabio De Francesco - Se gli alberi parlassero....
  • Chiara D’Errico - Scienziato chi legge
  • Massimo Materassi - Ode al Cinghialadro
  • Maja Colautti - Afferrare l'invisibile
  • Riccardo Benedetti - Nuvole in barattolo
  • Lorenzo Bigagli - This is the New Space
  • Mariella Martina - Conosci l’età delle tue arterie?
  • Giovanni Scire’ - La biofotonica a servizio della società

 

Bright Night 2022

Il CNR area della ricerca di Firenze sarà presente in Piazza Santissima Annunziata con un proprio stand in cui i ricercatori dell’Istituto di Chimica dei Composti Organometallici (ICCOM) racconteranno l’importante ruolo della Chimica nello sviluppo di nuove tecnologie fotovoltaiche che permetteranno di avere delle alternative al fotovoltaico tradizionale, permettendoci di essere sempre più indipendenti dalle fonti energetiche fossili.

Sarà possibile vedere e testare piccoli prototipi di dispositivi fotovoltaici innovativi che differiscono dai classici pannelli al Silicio per aspetto, metodo di funzionamento, caratteristiche tecnologiche.

Saranno messe a disposizione del pubblico delle celle solari a coloranti (DSSC): dei dispositivi fotovoltaici semi-trasparenti e di svariati colori che sono supportati su vetro e producono corrente grazie a dei coloranti prodotti nei laboratori di ICCOM con tecniche sostenibili. A differenza di altri pannelli solari, grazie al loro aspetto molto più gradevole e meno impattante trovano applicazione in ambito architettonico nella costruzione di vetrate e oggetti di arredo in grado di generare elettricità.

Saranno esposti inoltre prototipi di concentratori solari luminescenti (LSC), lastre plastiche dai colori fluorescenti che, con un funzionamento simile a quello delle fibre ottiche, sono in grado di concentrare la luce solare che raggiunge la loro larga superficie, su dei piccoli pannelli solari, ottimizzandone l’impiego. Questi dispositivi invece possono essere riconosciuti nelle pensiline dei mezzi pubblici e dei punti di ricarica per piccoli mezzi elettrici urbani.

Durante l’esposizione sarà possibile incontrare i giovani chimici che, in prima persona, inventano e creano nei laboratori chimici i nuovi materiali per queste tecnologie. Saranno loro a guidare il pubblico nell’osservazione delle particolari proprietà di questi dispositivi, a proporre di testarne l’efficienza, e a rispondere alle curiosità inerenti il meccanismo di funzionamento e l’assemblaggio dei dispositivi.

L'iniziativa Bright Night è realizzata con il sostegno della Regione Toscana nell'ambito del progetto GiovaniSì e finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito delle azioni Marie Sklodowska-Curie GA 101061075.