News List News

Strategie per le politiche regionali di finanziamento R&S nel settore aerospazio

Il giorno 10 luglio 2017, alle ore ore 9.30, presso l'Auditorium di Santa Apollonia situato in Via S. Gallo 25/a a Firenze, si terrà il convegno "Strategie per le politiche regionali di finanziamento R&S nel settore aerospazio".

L'evento è organizzato nell'ambito del Progetto INTERREG Europe STEPHANIE (Space TEchnology with Photonics for market and societal challenges), di cui IFAC-CNR è capofila e la Regione Toscana è partner.

Il convegno includerà vari interventi, sia di rappresentanti della Regione che di stakeholders del settore aerospazio, per un approfondimento su vari aspetti delle strategie e delle politiche regionali di finaziamento nel settore. Tra gli interventi è prevista anche la presentazione, da parte di un rappresentante del Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio (CTNA), del Bando Cluster del MIUR per il quale sono previsti 350 M€ su fondi PON e PAR_FSC.

In allegato il programma dell'evento.

Al via la collaborazione tra Comune di Sesto e Istituto Nazionale di Ottica per rete di monitoraggio delle polveri sottili

Prende il via la collaborazione tra Comune di Sesto Fiorentino e Istituto nazionale di Ottica del CNR (CNR INO) per il monitoraggio del PM2.5 sospeso nell’aria attraverso l’uso di “polverometri”, centraline a basso costo basate sulla misura ottica al posto di quella su filtro. Il dispositivo, concepito e realizzato dal ricercatore Massimo Del Guasta, restituisce una misurazione in tempo reale che sarà disponibile online a intervalli di pochi minuti. L’accordo sottoscritto tra Comune e CNR INO prevede l’installazione di tre polverometri, uno nell’area CNR del Polo Scientifico, uno presso la scuola Lombardo-Radice, un terzo presso la scuola Lorenzini; la durata della sperimentazione, nella prima fase senza oneri per l’amministrazione, è di sei mesi.

INOQuesto accordo è indicativo dell’importanza che, per il nostro territorio, il Polo Scientifico, in cui è ubicata l’Area della Ricerca CNR di Firenze, possono arrivare a ricoprire - afferma l’assessore all’Ambiente Silvia Bicchi - La metodologia di misurazione ottica permette di ottenere risultati monitorabili in tempo reale utilizzando uno strumento economico ed efficace per valutare la qualità dell’aria. Si tratta di una importante opportunità alla quale abbiamo iniziato a lavorare insieme a CNR INO lo scorso mese di luglio insieme e che oggi trova il suo coronamento nell’avvio di questo periodo sperimentale. Non appena installati i polverometri, i dati elaborati saranno visibili attraverso il sito istituzionale e liberamente accessibili per la durata dell’accordo”.

L’accordo di collaborazione su cui abbiamo lavorato intensamente in questi mesi e a cui siamo giunti – afferma Jacopo Catani, coordinatore nazionale delle attività di Trasferimento Tecnologico per CNR INO e del progetto – rappresenta un esempio eccellente di come ricerca scientifica e amministrazioni locali possano creare efficaci sinergie in grado di innescare il circolo virtuoso che porta alla valorizzazione dei risultati della ricerca, mettendoli anche al servizio della Società”.

Il CNR INO sviluppa ricerche di frontiera nei settori dell’ottica, della fotonica e della fisica atomica a livello internazionale - afferma Paolo De Natale Direttore CNR INO – La collaborazione con il Comune di Sesto Fiorentino dimostra che è dalla sinergia tra territorio e ricerca che nascono nuove idee e soluzioni tecnologiche di diretta utilità per i cittadini. A questo scopo abbiamo creato una rete nazionale per trasferire i risultati della ricerca.


Contatti

Jacopo Catani – coordinatore progetto - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Massimo Del Guasta – referente scientifico - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

AFTTER - Alta Formazione per il Trasferimento Tecnologico degli Enti di Ricerca

Il CNR toscano (Aree di Firenze e Pisa), insieme alle Sezioni INFN di Firenze e Pisa, e INGV di Pisa, sono stati ammessi al finanziamento da parte della Regione Toscana nell'ambito del Programma "Alta Formazione e Ricerca-Azione" tramite la proposta "AFTTER - Alta Formazione per il Trasferimento Tecnologico degli Enti di Ricerca" volta ad una maggiore integrazione del sistema degli Enti Pubblici di Ricerca (EPR) toscani con il sistema produttivo regionale.
 
Sono stati finanziati 5 percorsi di Alta Formazione e Ricerca-Azione, per un totale di n. 11 borse, per la formazione di esperti nel Trasferimento Tecnologico dagli Enti Pubblici di Ricerca alle Imprese. Il bando intende quindi promuovere la formazione, attraverso percorsi di alta formazione specialistica e periodi esperienza sul campo, di un numero di esperti altamente qualificati sui temi della terza missione e dell'internazionalizzazione fortemente appetibili sul mercato del lavoro regionale. Queste figure professionali potranno operare sia dal lato delle imprese, sia da quello delle università e dei centri di ricerca, ma anche all’interno di quelle istituzioni di raccordo fra sistema della ricerca e mondo produttivo quali i distretti tecnologici, i parchi scientifici e tecnologici, i poli di innovazione, i laboratori di ricerca pubblico privati.

Alla selezione potranno accedere dottori di ricerca, oppure laureati (specialistica o vecchio ordinamento) con almeno un anno di esperienza di lavoro e di ricerca in ambiti disciplinari attinenti al percorso preposto.

Le 11 borse di ricerca, tutte con durata di 30 mesi, includono un periodo di formazione frontale di 6 mesi presso le sedi degli EPR toscani, una formazione di 6 mesi all'estero e un successivo periodo di ricerca-azione da svolgersi presso organismi di ricerca, enti pubblici ed aziende con sede operativa in Toscana.

Le domande devono essere presentate entro il 10 Luglio 2017, secondo del modalità indicate nel bando IFAC.BS-01-2017, che è disponibile ai seguenti siti:

Gazzetta Ufficiale

Sito Web IFAC-CNR
Bandi URP CNR

 

In estrema sintesi (per i dettagli vedasi il bando), i percorsi formativi previsiti sono i seguenti:
 
1. Esperto nel trasferimento tecnologico di tecnologie il monitoraggio e la valorizzazione dell’Ambiente.
N. 2 borse. Sedi di lavoro: IBIMET-CNR e INGV Sez. Pisa. Altri Istituti coinvolti: Centro Ricerca&Impresa c/o Area CNR Firenze.
   
2. Esperto nel trasferimento tecnologico di tecnologie per la conservazione e valorizzazione e modelli di gestione per i Beni Culturali.
N. 2 borse. Sedi di lavoro: INFN Sez. Firenze e IFAC-CNR (c/o Area CNR Firenze). Altri Istituti/Enti coinvolti: ICVBC-CNR, ISC-CNR, IAC-CNR, Assoc. Città Infinite, Palazzo Spinelli, Parchi Val di Cornia.

3. Esperto nel trasferimento tecnologico di tecnologie Optoelettroniche e delle Alte Energie.
N. 2 borse. Sedi di lavoro: INO-CNR e INFN Sez. Firenze. Altri Istituti/Enti coinvolti: PIN Polo Univ. Prato.

4. Esperto nel trasferimento tecnologico di tecnologie abilitanti per Industria 4.0.
N. 3 borse. Sedi di lavoro: ISTI-CNR, INO-CNR e IFAC-CNR. Altri Istituti/Enti coinvolti: IIT-CNR, ILC-CNR, PIN Polo Univ. Prato, Polo OPTOSCANA/Distretto FORTIS.
  
5. Esperto nel trasferimento tecnologico in ambito Life Sciences di tecnologie per la diagnostica precoce, le terapie minimamente invasive e la conoscenza delle basi molecolari dei sistemi biologici. 
N. 2 borse. Sedi di lavoro: IFC-CNR e IFAC-CNR. Altri Istituti/Enti coinvolti: IN-CNR, ITB-CNR, IBBA-CNR.