News List News

Conferenza “Law via the Internet 2018”

 

 

Conference
Law via the Internet 2018
Knowledge of the Law in the Big Data Age

 

Florence, 11-12 October 2018

 

L'Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-ITTIG) è lieto di annunciare la call for abstracts per la Conferenza “Law via the Internet 2018” che si terrà a Firenze l’11-12 ottobre 2018.

website: http://lvi2018.ittig.cnr.it
facebook: https://www.facebook.com/Lvi2018
twitter: @Lvi2018Florence

Fin dalla sua istituzione nel 1997, la Conferenza Law via the Internet è stata considerata come la più importante conferenza internazionale che si occupa di ricerca sull'accesso alle informazioni giuridiche attraverso Internet. È organizzata annualmente sotto l'egida dell’Associazione Free Access to Law Movement (FALM), un consorzio di oltre 60 istituzioni di ricerca e organizzazioni no profit dedicate sostenere l’accesso libero e aperto al diritto. In conformità con la Declaration on Free Access to Law firmata dalla FALM, la Conferenza è il forum internazionale dell’Associazione e il suo obiettivo è quello di massimizzare l'accesso alle informazioni giuridiche come precondizione per un effettivo accesso alla giustizia ed esercizio dei diritti. Quest'anno la Conferenza internazionale sarà organizzata dall'ITTIG in data 11-12 ottobre 2018 a Firenze.

 

Titolo della conferenza: Law via the Internet: Knowledge of the Law in the Big Data Age

 

Temi:

Si invitano contributi che abbiano un particolare riferimento, ma non sono limitati, a

  • Accesso libero al diritto
  • E-government, e-democracy, e-justice
  • Sviluppo globale e stato di implementazione degli standard per il dato giuridico
  • Big data e analisi dei dati per e nel dominio giuridico
  • Strumenti per sostenere la partecipazione democratica e le opportunità per la democrazia digitale
  • Pubblicazione delle sentenze e protezione dei dati personali
  • Policies per gli open data
  • Modelli di business sostenibile per un diritto aperto
  • Conservazione digitale dei documenti giuridici
  • Interoperabilità globale e Linked Open Data nel dominio giuridico
  • Proprietà, controllo e responsabilità dei dati
  • Privacy e protezione dei dati nell’accesso e diffusione dell’informazione giuridica
  • Tecniche di acquisizione della conoscenza per il dominio giuridico (natural language processing, data mining)
  • Rappresentazione della conoscenza giuridica
  • Classificazione automatica dei testi giuridici
  • Estrazione automatica delle informazioni da database e testi giuridici
  • Recupero di informazioni giuridiche concettuali o basate su modelli
  • Visualizzazione del diritto
  • Servizi informativi interattivi e intelligenti e strumenti knowledge-based

Sono preferite presentazioni su progetti innovativi, esperienze, iniziative o servizi con una forte dimensione collaborativa transnazionale o internazionale.

Date importanti

  • Termine per la presentazione degli abstract: 27 aprile 2018
  • Notifica di accettazione: 31 maggio 2018
  • Conferenza: 11-12 ottobre 2018

Linee guida per la sottomissione degli abstract
Le proposte dovranno includere:

  • Titolo della presentazione
  • Abstract in inglese da 2 a 4 pagine (1000 - 2000 parole)
  • Dettagli di contatto e affiliazione professionale

Gli abstract saranno esaminati dal Comitato scientifico LVI 2018. Dopo la Conferenza, verrà effettuata una selezione delle presentazioni per la pubblicazione degli atti.

Sottomissione abstract
Gli autori che intendono presentare abstract devono registrarsi e compilare l'apposito modulo sul sito web della Conferenza.
Link al modulo online: http://lvi2018.ittig.cnr.it/submission-form

La call for papers integrale è disponibile all'indirizzo: http://lvi2018.ittig.cnr.it/CFP-LVI2018.pdf

Ulteriori informazioni sulla conferenza LVI 2018 sono disponibili su: lvi2018.ittig.cnr.it

 

WELCOME TO LVI 2018

 

Since it began in 1997, the Law via the Internet conference has been established as the foremost international conference aiming at bringing together the various communities involved in all aspects of free access to law. It is organized annually under the auspices of the Free Access to Law Movement (FALM), a consortium of more than 60 non-profit institutions dedicated to providing free and open access to the world’s law. This year the Conference, organized in Florence by the Institute of Legal Information Theory and Techniques of the Italian National Research Council, will explore issues of trust in accessing law for democratic purposes in the big data age. Knowledge management plays a critical role for organizations seeking to establish trustworthy digital repositories and to make the future open and diverse, based on genuine verified legal content. During the two days conference, speakers will discuss how scholars, researchers, legal practioners and information professionals use very large or complex data sets to distill meaning and develop public policy.

 

DEADLINES:
Abstracts Submission Deadline
April 27, 2018
Abstract Acceptance Notification
May 31, 2018
Registration Open
May 3, 2018
Early Bird Registration Deadline
June 4, 2018
Standard Registration Deadline
September 10, 2018

 

Ginevra Peruginelli e Sebastiano Faro
Chairs della Conferenza
Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica del Consiglio Nazionale delle Ricerche
Firenze, 18 aprile 2018

Ricerca e innovazione italiana al servizio dell’agricoltura giapponese

 

Ricerca e innovazione italiana al servizio dell’agricoltura giapponese

 

Siglato un protocollo d’intesa tra Ivalsa-Cnr, Società Olive Oil di Miyazu e Accademia dell’Olio-Dipartimento Associazione ItaliaGiappone con lo scopo di sviluppare e promuovere attività comuni di ricerca e trasferimento tecnologico in campo agroalimentare

È stato siglato oggi venerdì 13 aprile, presso l’area di ricerca del Cnr di Sesto Fiorentino (FI), un importante accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Ivalsa-Cnr), Società Olive Oil di Miyazu e Accademia dell’Olio-Dipartimento Associazione Italia Giappone. L’obiettivo è, da una parte, quello di sviluppare settori economici completamente nuovi in Giappone, come quello dell’olivicoltura; dall’altra, di individuare percorsi alternativi per lo sfruttamento sostenibile di colture più tradizionali, come il castagno e il bambù.

"Questo accordo internazionale permette di avviare una fattiva collaborazione con enti dalla solida presenza nella prefettura di Kyoto, in Giappone, in un territorio contraddistinto da nuove realtà, come quella della produzione olivicola, e vecchie tradizioni come quelle legate alla produzione di legno di castagno e di bambù", afferma Mauro Centritto, direttore dell’Ivalsa-Cnr. "Il nostro Istituto, con competenze ad ampio raggio sia in ambito agro-forestale, sia nell’utilizzo tecnologico del legno rappresenta un interlocutore privilegiato per l’individuazione di diversi percorsi di utilizzo sostenibile delle risorse naturali presenti a Miyazu, mentre l’associazione ItaliaGiappone, attiva in entrambi i Paesi, garantisce continuità ed efficacia negli scambi".

Oltre al direttore di Cnr-Ivalsa Mauro Centritto, all’evento erano presenti Vincenzo Andreacchio, presidente dell’Accademia dell’Olio-Dipartimento Associazione Italia Giappone e Shoji Inoue, sindaco del Comune di Myiazu e rappresentante di Olive Oil Miyazu. I programmi e le iniziative che saranno avviati in seguito all’accordo di cooperazione riguarderanno principalmente la promozione e il coordinamento di progetti di ricerca, la valorizzazione e divulgazione di conoscenze tecnico-scientifiche e, infine, la realizzazione di eventi di divulgazione delle conoscenze relative alla olivicoltura, alla castanicoltura e all’uso ecosostenibile dei prodotti forestali e del bambù.

L’accordo ha validità triennale e l’attività sarà coordinata da componenti nominati per parte dagli stessi.

 

Sesto Fiorentino (FI), 13 aprile 2018

 

La scheda

Chi: Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree (Ivalsa) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr)
Che cosa: protocollo d’intesa tra Ivalsa-Cnr, Società Olive Oil di Miyazu (Kyoto) e Accademia dell’Olio-Dipartimento Associazione ItaliaGiappone con lo scopo di sviluppare e promuovere attività comuni di ricerca e trasferimento tecnologico in campo agroalimentare
Per informazioni:
Claudio Cantini, Ivalsa-Cnr, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., + 39 329 7479906

 

Il Cnr al National Geographic Festival delle scienze 2018

 

Il Cnr al National Geographic Festival delle scienze 2018

 

Dal 16 al 22 aprile all’Auditorium Parco della musica di Roma il Consiglio nazionale delle ricerche, partner scientifico della manifestazione, organizza e partecipa a dibattiti, tavole rotonde, proiezioni, laboratori ed eventi per gli studenti

Il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) partecipa, in qualità di partner scientifico, alla tredicesima edizione National Geographic Festival delle scienze, che si tiene all’Auditorium Parco della musica di Roma dal 16 al 22 aprile 2018.
Mercoledì 18 aprile alle 16.00, si analizzano le competenze necessarie a una corretta gestione dei beni culturali in rapporto con la salvaguardia dell'ambiente e dei paesaggi nella tavola rotonda La ricerca nei beni culturali tra paesaggi e tecnologie, a cura di Cnr e Fondazione Benetton, con Alberta Campitelli (Università Luiss), Tessa Matteini (Università di Firenze, direttore di Uniscape), Eva Pietroni (Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr) Alfonsina Russo e Gabriella Strano (direttore e funzionario del Parco archeologico del Colosseo, Mibact) e Marco Tamaro (direttore Fondazione Benetton studi ricerche).
Giovedì 19 alle 10.00, sempre in collaborazione con Fondazione Benetton, il Cnr propone un incontro per gli studenti di scuole secondarie e università dal titolo Articolo 9 della Costituzione, a margine del progetto promosso assieme a Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur) e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact) e dedicato all’articolo costituzionale per cui “la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica”. Dopo i saluti istituzionali di Paolo Corbucci della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici del Miur, intervengono i fisici Vanni Antoni (direttore dell'Istituto gas ionizzati del Cnr), Elisabetta Baldanzi e Alessandro Farini (Istituto nazionale di ottica del Cnr), Gilberto Corbellini (direttore del Dipartimento scienze umane e sociali, patrimonio culturale del Cnr). Al termine dei veloci interventi divulgativi, i ragazzi si cimenteranno in un vero e proprio contest e saranno premiati con pubblicazioni della serie Comics Science di Cnr edizioni. Alle ore 16.00 in collaborazione con l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) si tiene la proiezione di Giordano Bruno, il film diretto nel 1973 da Giuliano Montaldo che racconta gli ultimi anni di vita del filosofo nolano: segue il dibattito con il regista e Carlo Doglioni (presidente Ingv), moderato da Silvia Mattoni (ufficio stampa Cnr). Alle ore 19.00 si scruta nel futuro con l'appuntamento Le comunicazioni quantistiche satellitari, ultima frontiera della comunicazione del futuro a cura dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), a cui partecipa Nicole Fabbri (Istituto nazionale di ottica del Cnr) con Giuseppe Bianco e Daniele Dequal dell’Asi. Modera il giornalista e scrittore Nicola Nosengo.
Venerdì 20 alle 11.00 si tiene la proiezione di I ragazzi di via Panisperna, film diretto da Gianni Amelio nel 1988, in cui si raccontano le vicende del gruppo di grandi scienziati (Emilio Segrè, Bruno Pontecorvo, Edoardo Amaldi ed Ettore Majorana), raccolti da Enrico Fermi. A introdurre il film, il regista e il direttore del Dipartimento di scienze fisiche e tecnologie della materia del Cnr, Rosario Corrado Spinella, moderati da Silvia Mattoni (ufficio stampa Cnr).
Sabato 21 alle 19.00, nella tavola rotonda Le nuove tecnologie per la salute, Pietro Ferraro (direttore dell’Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti del Cnr), Nicoletta Protti (Infn), Paolo Decuzzi (Iit), Roberto Ragazzoni (Inaf), condotti dalla giornalista scientifica Silvia Bencivelli, riflettono sui nuovi metodi di indagine e cura per patologie come tumori, disturbi oculari e malattie neurodegenerative.
Per tutta la durata del festival, è possibile visitare due stand/laboratori del Cnr. In Artide e Antartide straordinari laboratori naturali, lo staff del Dipartimento di scienze del sistema terra e tecnologie dell'ambiente (Dta-Cnr) racconta l'attività di ricerca nelle regioni polari, dove si conducono esperimenti e studi di fondamentale importanza nella sfida ai cambiamenti climatici e al riscaldamento globale. Dalle estremità del pianeta a quelle meteorologiche: in Meteo Estremo, il team dell'Istituto di biometeorologia (Ibimet-Cnr) descrive agli studenti delle scuole secondarie alcune tipologie di eventi (alluvioni, siccità, ondate di calore o di freddo, tornado, uragani), spiegando anche come vengono prodotte le previsioni meteorologiche.

Prodotto dalla Fondazione Musica per Roma, il National Geographic Festival delle Scienze prevede oltre 340 eventi, di cui più di 40 incontri con scienziati di livello internazionale, filosofi, ricercatori, innovatori, artisti e oltre 200 attività educational per bambini e ragazzi. Il Festival, realizzato insieme a National Geographic, Asi e Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), con il sostegno di Roma Capitale, Miur, vede la collaborazione scientifica del Cnr, dell’Istituto italiano di tecnologia (Iit), dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) e dell’Ingv, e la partecipazione di Unesco-L'Oréal e Fondazione Benetton.

 

Programma dettagliato degli eventi Cnr

 

MERCOLEDÌ 18 APRILE

Ore 16.00 – TEATRO STUDIO
A cura di Cnr in collaborazione con Fondazione Benetton
LA RICERCA NEI BENI CULTURALI TRA PAESAGGI E TECNOLOGIE
La gestione dei beni culturali, la loro salvaguardia richiedono competenze trasversali. Partendo da questo punto di vista si devono considerare gli aspetti legati al rilievo con mezzi tecnici, ma anche quanto necessario ad una corretta convivenza tra patrimonio culturale e natura. L’intervento di un paesaggista è dunque imprescindibile per assicurare la miglior gestione del verde, che non deve essere inteso solo come un arredo.
Relatori:
Alberta Campitelli - Storica dell’arte e dei giardini, docente di Gestione dei Musei e del Patrimonio Culturale presso il Master of Art dell’Università LUISS.
Tessa Matteini - Professore associato di Architettura del Paesaggio dell’Università di Firenze, direttore di UNISCAPE, network europeo di Università per la implementazione della Convezione Europea del Paesaggio.
Eva Pietroni - Storica dell'arte, ricercatrice presso il Virtual Heritage Lab dell'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr.
Alfonsina Russo - Direttore del Parco archeologico del Colosseo, Mibact Gabriella Strano - Architetto paesaggista, funzionario del Parco archeologico del Colosseo, Mibact
Marco Tamaro - Agronomo, dirige la Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso.
Ingresso gratuito con ritiro voucher online su auditorium.com e presso la biglietteria dell’Auditorium

 

GIOVEDÌ 19 APRILE

Ore 10.00 - TEATRO STUDIO
A cura di Cnr in collaborazione con Fondazione Benetton
ARTICOLO 9 DELLA COSTITUZIONE
Evento per gli studenti di scuole secondarie di II grado e università
Incontro a margine del programma di “Articolo 9 della Costituzione - Cittadini partecipi della ricerca scientifica e tecnica”, che ha coinvolto oltre 15.000 studenti. Ricercatori e divulgatori del Cnr tengono conferenze, nella tipologia di “TED talks” su tematiche scientifiche di attualità. Il progetto “Articolo 9 della Costituzione” è stato promosso dal Miur-Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione, dalla Fondzione Benetton Studi Ricerche e dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo-Direzione generale Educazione e ricerca.
Saluti istituzionali:
Paolo Corbucci - Direzione generale per gli ordinamenti scolastici del Miur
Relatori:
Vanni Antoni - Fisico, direttore dell’Istituto Gas Ionizzati del Cnr di Padova, svolge attività prevalentemente nei settori della Fusione termonucleare controllata, della Propulsione spaziale e delle Applicazioni tecnologiche
Elisabetta Baldanzi - Fisico, docente di Ottica per la Visione presso l’Università degli Studi di Firenze. svolge attività di ricerca presso l’Istituto Nazionale di Ottica del Cnr
Gilberto Corbellini - Direttore del Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale del CNR, e professore ordinario di Storia della medicina e docente di Bioetica all’Università di Roma La Sapienza
Alessandro Farini - Fisico, responsabile del laboratorio di Psicofisica ed Ergonomia della Visione presso l’Istituto Nazionale di Ottica del Cnr e docente di Ottica Geometrica e Ottica Fisica presso l’Università di Firenze
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ore 16.00 - TEATRO STUDIO
A cura di Ingv e Cnr
GIORDANO BRUNO
PROIEZIONE FILM CON DIBATTITO
Giuliano Montaldo - Regista e attore
Carlo Doglioni - Presidente Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv)
Introduce e modera Silvia Mattoni giornalista, Ufficio Stampa del Cnr
Si ringrazia il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale
Ingresso gratuito con ritiro voucher online su auditorium.com e presso la biglietteria dell’Auditorium

Ore 19.00 - TEATRO STUDIO
A cura di Asi
LE COMUNICAZIONI QUANTISTICHE SATELLITARI, ULTIMA FRONTIERA PER LA COMUNICAZIONE DEL FUTURO
Giuseppe Bianco - Direttore Centro di Geodesia Spaziale dell’Asi di Matera
Daniele Dequal - Ricercatore Asi
Nicole Fabbri - Ricercatrice Istituto Nazionale di Ottica del Cnr
Modera Nicola Nosengo, giornalista e scrittore
Ingresso euro 3,00

 

VENERDÌ 20 APRILE

Ore 11.00 - TEATRO STUDIO
A cura di Ingv e Cnr
I RAGAZZI DI VIA PANISPERNA
PROIEZIONE FILM
Introducono:
Gianni Amelio - Regista e sceneggiatore,
Rosario Corrado Spinella - Direttore del Dipartimento di Scienze Fisiche e Tecnologie della Materia del Cnr
Modera Silvia Mattoni - Giornalista, Ufficio Stampa del Cnr
Si ringraziano il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e Rai Teche
Ingresso gratuito con ritiro voucher online su auditorium.com e presso la biglietteria dell’Auditorium

 

SABATO 21 APRILE

ORE 19.00 TEATRO STUDIO
A cura di Iit
LE NUOVE TECNOLOGIE PER LA SALUTE
Nicoletta Protti - Ricercatrice Infn, Pavia
Paolo Decuzzi - Direttore del Laboratorio di Nanomedicina di precisione, Iit
Pietro Ferraro - Direttore dell’Istituto di Scienze Applicate e Sistemi Intelligenti del Cnr
Roberto Ragazzoni - Direttore dell’Osservatorio di Padova, Inaf
Introduce e modera Silvia Bencivelli, giornalista radiotelevisiva
Ingresso euro 3,00

 

LABORATORI/EXHIBIT
dal 16 al 22 aprile, ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORE 9.30/18.30 - SPAZIO RISONANZE
A cura di Cnr
METEO ESTREMO - LABORATORIO DI PREVISIONI METEOROLOGICHE E EVENTI ESTREMI
Età: dagli 11 anni
Partendo da immagini e video di eventi estremi in Italia e nel mondo, vengono fornite descrizioni e risposte su alcune tipologie di alluvioni, siccità, ondate di calore, ondate di freddo, tornado ed uragani, in maniera interattiva e coinvolgente con i visitatori. Viene spiegato brevemente come vengono prodotte le previsioni meteorologiche, quelle stagionali e gli scenari climatici attraverso brevi percorsi visuali descritti a voce per permettere ai visitatori di porre domante in uno spazio non formale di interazione.
Referente: Massimiliano Pasqui, Istituto di Biometeorologia del Cnr

ORE 9.30/18.30 - ATRIO SALETTE NORD
A cura di Cnr, per celebrare la Giornata Mondiale della Terra 2018
ARTIDE E ANTARTIDE STRAORDINARI LABORATORI NATURALI
Età: dai 10 anni
I cambiamenti climatici e il riscaldamento globale rappresentano oggi una sfida cruciale per il futuro del nostro pianeta. In questo contesto le regioni polari rivestono un ruolo di primaria importanza per le loro caratteristiche geografiche e per l’ambiente ancora relativamente incontaminato e sono considerate dalla comunità scientifica internazionale come un vero e proprio laboratorio naturale per la ricerca e lo studio dei cambiamenti climatici.
Referenti: Paolo Braico, Alessandro Cirioni, Angelo Domesi, Emiliano Liberatori, Simona Longo, Dipartimento di Scienze del Sistema Terra e Tecnologie dell’Ambiente del Cnr