News List News

Piattaforma di monitoraggio e previsione della risorsa idrica su bacini idrologici

Hydrocontroller

 

Il progetto HYDROCONTROLLER sviluppa una piattaforma innovativa di monitoraggio e previsione della risorsa idrica su bacini idrologici che permette di controllare le condizioni idro-meteorologiche di un’area di interesse sull’andamento in tempo reale e sui possibili sviluppi nel futuro. Questo si realizza grazie all’utilizzo combinato di dati provenienti da fonti eterogenee come dati di osservazione satellitare, dati di previsione metereologica (specializzati per questo tipo di applicazioni) e rete di sensori avanzata, alcuni dei quali progettati e sviluppati ad hoc nel progetto, che permetta la rapida riconfigurazione e la flessibilità necessarie ad operare in un contesto potenzialmente critico.

 

Fonte: "Microwave Remote Sensing Group (MWRSG)"

 

Scarica la brochure.

 

Presentazione del libro “Pugni chiusi” alla Camera dei Deputati

Presentazione del libro “Pugni chiusi” di Ezio Alessio Gensini e Leonardo Santoli alla Camera dei Deputati 15 novembre 2018 ore 11.30 Sala “Nilde Jotti” del Palazzo Theodoli Bianchelli in Roma

Dopo la presentazione ufficiale del 25 giugno 2018 nel Palazzo del Consiglio Regionale della Toscana (Sala del Gonfalone) e nella suggestiva Loggia dei Banchi a Pisa in occasione dell’Internet Festival 2018 il libro curato da Ezio Alessio Gensini e Leonardo Santoli “Pugni chiusi” verrà presentato il 15 novembre 2018 alle ore 11.30 alla Camera dei Deputati, nella Sala “Nilde Jotti” del Palazzo Theodoli Bianchelli, Piazza del Parlamento n° 19 – Roma.

Moderatore dell’incontro sarà il curatore della pubblicazione Ezio Alessio Gensini. Saluti e introduzione all’evento da parte dell’on. Rosa Maria Di Giorgi (già Vice-Presidente del Senato della Repubblica e Ricercatrice al Cnr). Interverranno in qualità di relatori e relatrici: Anna Vaccarelli (Ricercatore-tecnologo Cnr-Iit), Sara Simona Racalbuto (Psicologa e psicoterapeuta specialista in psicologia clinica), Leonardo Santoli (Curatore della pubblicazione “Pugni chiusi”), Serenella Sèstito (Avvocato), Antonio Tintori (Ricercatore all’Irpps-Cnr e Docente all’Università La Sapienza di Roma), Giulia Morello (Regista e scrittrice). Presenti anche gli autori: Riccardo Medici (Scrittore) e Edoardo Marzocchi (Ufficiale GdF e scrittore). Con il contributo artistico della cantattrice Rossella Seno.

Con “Pugni chiusi” i curatori hanno cercato di nuovo di dare visibilità a “punti di vista diversi” sul tema del bullismo. Sono state vagliate e considerate le candidature e gli articoli di giornalisti, “punti di vista” di pittori e vignettisti, di blogger, di giuristi, di ricercatori scientifici, di accademici, di artisti e di altre figure professionali. Punti di vista, visti da punti diversi. Con un unico scopo. Donne e Uomini sensibili al problema “contro” questa piaga sociale che mina generazioni di giovani e non solo giovani.

Come sappiamo il bullismo è una forma di comportamento sociale di tipo violento e intenzionale, di natura sia fisica che psicologica, oppressivo e vessatorio, ripetuto nel corso del tempo e attuato nei confronti di persone considerate dal soggetto che perpetra l'atto in questione come bersagli facili e/o incapaci di difendersi. L'accezione è principalmente utilizzata per riferirsi a fenomeni di violenza tipici degli ambienti scolastici, e più in generale di contesti sociali riservati ai più giovani. Lo stesso comportamento, o comportamenti simili, in altri contesti, sono identificati con altri termini, come mobbing in ambito lavorativo o nonnismo nell'ambito delle forze armate. A partire dagli anni 2000, con l'avvento di Internet si è andato delineando un altro fenomeno legato al bullismo, anche in questo caso diffuso soprattutto fra i giovani, il cyber-bullismo. Il bullismo come fenomeno sociale e deviante è oggetto di studio tra gli esperti delle scienze sociali, della psicologia giuridica, clinica, dell'età evolutiva e di altre discipline affini. Non esiste una definizione univoca del bullismo per gli studiosi, sebbene ne siano state proposte diverse. È possibile tuttavia individuare le caratteristiche generali del fenomeno in questione. Abbiamo cercato di analizzare il tema con l'aiuto di autorevoli interlocutori. Ogni saggio è “preceduto e seguito” da alcuni contributi artistici ed “emozionali” di Leonardo Santoli e Ezio Alessio Gensini. Un contributo emozionale oltre che sociale e solidale.

‘Pugni chiusi’ è scaricabile gratuitamente dal sito web della Regione Toscana.

La Ian McHarg medal a Stefano Nativi

La Ian McHarg medal a Stefano Nativi

Stefano Nativi, ricercatore presso l’Istituto sull’inquinamento atmosferico (sede secondaria di Firenze), attualmente fuori ruolo ricoprendo l'incarico di 'Big Data Lead Scientist' presso la DG Joint Research Center della Commissione Europea, riceverà a Vienna la Ian McHarg medal per il suo contributo alle comunità della Digital Earth e della Global Earth Observation System of Systems (GEOSS).

La Ian McHarg medal è stata istituita dalla divisione 'Earth and Space Science Informatics' della European Geoscience Union (EGU), quale riconoscimento agli scienziati che si sono distinti per l’eccellenza del loro lavoro scientifico nell’ambito delle scienza e tecnologia dell’informazione nei settori dell’osservazione della Terra e delle tecnologie ambientali.

EGU (European Geosciences Union) è una delle più importanti associazioni scientifiche internazionali non-profit, con sede a Monaco di Baviera, che riunisce oltre 12 mila scienziati di tutto il mondo esperti in tutti i campi della geoscienza.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito ufficiale della European Geosciences Union (EGU)